IMPARARE E CRESCERE INSIEME, SEMPRE

Didattica in presenza

Ripartenza

Anno scolastico 2021/2022

Con la ripartenza della scuola in presenza, tutti insieme, desideriamo rinnovare l’esperienza mai interrotta, ma certo resa più difficile dalla DAD, di farci compagni di strada dei nostri alunni e vivere insieme a loro la sorpresa di scoprirsi degni di conoscere la realtà, alla ricerca di un posto nel mondo.

 

Nei mesi scorsi abbiamo capito che la scuola è innanzitutto un luogo di relazioni, con al centro il rapporto allievo-maestro.

 

Per questo siamo continuamente al lavoro per garantire a tutti gli allievi di poter stare a scuola, imparare e crescere, in sicurezza e nel rispetto delle norme sanitarie.

 

 

Paola Balducci – coordinatrice Istituto Tirinnanzi 

Salutiamo con entusiasmo l’intento, ribadito in ogni atto e documento, di dare priorità alla didattica in presenza per tutte le fasce d’età.

In considerazione, infatti, della progressiva copertura vaccinale della popolazione italiana, il Comitato Tecnico-Scientifico ha espresso indicazioni che, bilanciando “sicurezza, […] benessere socio emotivo di studenti e personale della scuola, qualità dei contesti educativi e dei processi di apprendimento e rispetto dei diritti costituzionali alla salute e all’istruzione” privilegiano il normale svolgimento delle lezioni in presenza “momento imprescindibile e indispensabile nel percorso di sviluppo […] delle future generazioni”.

(Piano Scuola 2021-2022, premessa e paragrafo 1)

Come abbiamo sempre affermato, il rispetto delle regole è al servizio di questo scopo e del desiderio sempre vivo di offrire ai nostri ragazzi un’esperienza ricca e positiva per la loro crescita.

Le soluzioni organizzative individuate per l’avvio del nuovo anno scolastico tengono conto delle linee guida emesse dal MIUR .

Le indicazioni sanitarie riguardanti il distanziamento, la sanificazione e l’igiene personale hanno cambiato necessariamente il nostro modo di stare a scuola.
Osservando e monitorando con attenzione ogni fase, anche in relazione all’andamento della situazione epidemiologica e alle indicazioni ministeriali e sanitarie, le soluzioni organizzative individuate attualmente potranno venir modificate.

ACCESSO A SCUOLA

Il personale scolastico, per poter operare, dovrà essere dotato di Certificazione verde COVID-19 (c.d. Green pass).

La certificazione non è richiesta agli studenti.

Solo i genitori delle classi 1^ e 2^ delle scuole primarie potranno accedere al cortile interno delle due sedi, durante l’entrata e l’uscita, secondo modalità che verranno comunicate. Nessun estraneo non autorizzato potrà essere presente nell’edificio scolastico e negli spazi della scuola, cui si accede solo concordando un appuntamento nei casi di necessità. Gli accessi saranno registrati ed avverranno secondo modalità rispettose delle regole sanitarie (mascherina, misurazione della temperatura, igienizzazione delle mani e rispetto delle distanze di sicurezza).

Riunioni, colloqui e ricevimento genitori si terranno ancora in video collegamento, fatte salve esigenze specifiche che potranno condurre a colloqui in presenza, sempre per appuntamento.

L’Amministrazione e la Segreteria riceveranno di norma su appuntamento, privilegiando modalità remote.

SPAZI E

MISURE DI IGIENIZZAZIONE

Tutti gli alunni possono fare lezione in presenza e le classi non sono state rimodulate, al fine di assicurare la continuità educativa e didattica e l’attenzione alle relazioni tra coetanei.

A questo scopo, abbiamo transitoriamente modificato l’uso di alcuni spazi, destinando alle classi più numerose i locali più ampi.

Si è posta grande cura all’aspetto della pulizia e dell’igienizzazione degli spazi utilizzati, prevedendo pulizie quotidiane e ricorrenti negli spazi comuni, l’igienizzazione con prodotti alcoolici delle superfici ad alta frequenza di contatto (servizi igienici, corridoi, scale, corrimani, maniglie…) e attenzione al ricambio d’aria.
Nei servizi igienici è prevista l’apertura costante delle finestre.
A scuola saranno messi a disposizione di tutti liquidi igienizzanti per mani a base alcoolica.
I bambini e ragazzi saranno sensibilizzati ad adottare i comportamenti più corretti e sicuri, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità.

USCITE DIDATTICHE

Le Linee guida, innovando rispetto allo scorso anno scolastico, permettono alle scuole in zona bianca di effettuare uscite didattiche e viaggi d’istruzione, purché si permanga in aree del medesimo colore bianco.

Sarà necessario, in tali circostanze, rispettare le norme e i protocolli sanitari – aggiuntivi a quelli usuali – che disciplinano gli specifici settori (musei, cinema e teatri, trasporti etc.).

PROPOSTE POMERIDIANE E DOPOSCUOLA

Per rispondere alle richieste delle famiglie che ne hanno una reale necessità, è stata mantenuta l’offerta del servizio di doposcuola per gli alunni delle scuole primarie e secondaria di primo grado.

Desideriamo tornare ad arricchire l’offerta di attività opzionali ed extracurricolari, in presenza e in sicurezza, da parte di tutte le scuole: le proposte saranno comunicate al più presto, in modo da poter raccogliere le iscrizioni e organizzare convenientemente i servizi.

MENSA e DISTRIBUTORI AUTOMATICI

Il servizio mensa è attivo in entrambe le sedi dell’Istituto, per le scuole primarie e per la scuola secondaria di primo grado.
Tutti gli studenti coinvolti dovranno usufruire del servizio mensa (non sarà permesso uscire per il pasto e rientrare a scuola) e non sarà possibile accettare iscrizioni occasionali giornaliere.
Ai ragazzi del triennio del Liceo è consentito consumare in classe, nel giorno del “venerdì lungo”, un pasto portato da casa nell’ultima pausa tra la quinta e la sesta ora.
I distributori automatici del primo e del secondo piano (sede Legnano) non sono attivi nel primo periodo di scuola, pertanto ciascun allievo deve avere con sé l’eventuale spuntino di metà mattina.

LABORATORI

AL LICEO

Al Liceo Scientifico, a partire dal mese di dicembre, nei periodi di sospensione delle attività didattiche in presenza per la totalità degli studenti, in base a quanto previsto da tutte le Ordinanze (anche nella situazione di “zona rossa”) e rispettando rigorosamente tutte le norme di sicurezza, si è prevista e favorita la presenza a scuola degli studenti per le attività laboratoriali connessi alle discipline caratterizzanti il percorso di studio.

ORARIO SCOLASTICO,

INGRESSI E USCITE

Al fine di evitare assembramenti, ci sarà una suddivisione degli accessi in base ai livelli e agli orari di entrata.

Con apposito avviso vi comunicheremo gli orari particolari dei primi giorni di scuola in modo che possiate tenerne conto. I varchi di accesso, che non saranno a libera scelta, vi saranno comunicati prima dell’inizio delle attività scolastiche.

Bambini e ragazzi dovranno accedere direttamente alla propria classe.

È fondamentale che le famiglie rispettino con la massima precisione i luoghi e gli orari di afflusso indicati, senza anticiparli né ritardare, così come siano pronte a riprendere il proprio figlio al luogo e all’orario indicati per l’uscita.

  • Scuola primaria L’Arca:
Lezione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 con ingresso garantito dalle ore 7.30.
Una lezione pomeridiana curricolare, preceduta dal pasto a scuola, con termine alle 16.10.
  • Scuola primaria Don Luigi Monza:
Lezione dal lunedì al venerdì dalle 8.05 alle 13.05 con ingresso garantito dalle ore 7.45.
Una lezione pomeridiana curricolare, preceduta dal pasto a scuola, con termine alle 16.05.
  • Scuola secondaria di primo grado S.M. Kolbe
Lezione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.40, con ingresso garantito dalle 7.45.
  • Liceo Scientifico T. Tirinnanzi
Lezione dalle 8.20 alle 13.50, con ingresso garantito dalle 8.10.
Il venerdì uscita alla quinta ora (ore 13.00) per il biennio, e posticipo fino alle 15.30 per il triennio.

INDICAZIONI SULLA GESTIONE DEI CASI DI COVID-19

Come sa bene chi era a scuola lo scorso anno scolastico, le regole relative ai casi sospetti e ai casi di contagio accertati cambiano frequentemente, in relazione all’evolversi delle condizioni epidemiologiche.

Allo stato attuale vige una direttiva emanata dal Ministero della Salute lo scorso 11 agosto, che essenzialmente distingue la durata della quarantena a seconda che i soggetti coinvolti abbiano o meno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni.

Le persone non vaccinate o parzialmente vaccinate sottostanno a una maggiore durata delle restrizioni.

Casi particolari sono previste per talune VOC in circolazione (le varianti del virus originario ritenute più pericolose).

La didattica digitale decade quale possibilità “normale” ma rimane quale forma – assolutamente residuale ed emergenziale – nei casi di quarantena e nelle “eventuali circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus […]” per specifici territori o singoli istituti, esclusivamente in zona rossa o arancione, per decisione del Presidente di Regione o del Sindaco.

In ciascuna sede è presente il Referente COVID-19, che opera in stretto collegamento con le ATS territoriali in relazione al tracciamento dei contatti stretti e alle disposizioni di restrizione da rispettare.

 

Le indicazioni riassunte qui di seguito sono aggiornate alle disposizioni di marzo 2021.

INDICAZIONI SULLA GESTIONE DEI CASI DI COVID-19

La Regione Lombardia ha pubblicato le prime indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia in attuazione delle disposizioni governative per la ripartenza in sicurezza delle scuole.

Alle prime note e indicazioni emanate nel mese di settembre, sono seguiti aggiornamenti e modifiche, in conseguenza dell’evoluzione del quadro epidemiologico.

 

Le indicazioni riassunte qui di seguito sono aggiornate alle disposizioni di marzo 2021.

PERSONALE SCOLASTICO

Se un operatore scolastico presentasse sintomi suggestivi di Covid-19, dovrà contattare nel più breve tempo possibile il proprio Medico di Medicina Generale (MMG), e, in caso di indicazione di sottoporsi a tampone, dovrà recarsi al punto tampone con l’apposito modulo di autocertificazione.

STUDENTI

IN CASO DI SINTOMI MANIFESTATI A CASA

L’alunno deve restare a casa.

I genitori o lo studente maggiorenne devono informare il proprio Pediatra di Libera scelta (PLS) o il Medico di medicina generale (MMG).

In caso di indicazione di sottoporre il figlio a tampone, il genitore accompagna il figlio al punto tampone con modulo di autocertificazione.

Se lo studente è maggiorenne può presentarsi da solo al punto tampone con modulo di autocertificazione.

IN CASO DI SINTOMI MANIFESTATI A SCUOLA

La scuola avvisa il genitore e, nell’attesa, l’alunno sarà accompagnato e assistito presso un’aula dedicata.

Il genitore consulta il PLS o MMG e, in caso di indicazione ad eseguire il tampone, accompagna il figlio al punto tampone con modulo di autocertificazione validato con timbro dalla scuola.

Se lo studente è maggiorenne, consultato il MMG, può presentarsi da solo al punto tampone con modulo di autocertificazione validato con timbro dalla scuola.

Il documento autorizza all’esecuzione del tampone senza prenotazione solo lo studente e non l’intero nucleo familiare.

PUNTI TAMPONE

I Punti Tampone messi a disposizioni dalle Agenzie per la Tutela della Salute (ATS), sono riservati alle scuole e garantiscono i più rapidi tempi di esecuzione e risultato dell’esame.

L’accesso ai Punti Tampone avviene senza prenotazione, con sola autocertificazione della persona (studente o operatore) che presenti sintomi a scuola o fuori dall’ambiente scolastico.

Gli esiti vengono resi disponibili sul Fascicolo Sanitario Elettronico.

I Punti Tampone dedicati alle scuole sono in continuo aggiornamento (prestare attenzione anche agli aggiornamenti dell’orario).

SEDE DI LEGNANO

può riferirsi alle indicazioni pubblicate QUI dall’ATS Milano città metropolitana.

SEDE DI CISLAGO

può riferirsi alle indicazioni pubblicate QUI dall’ATS Insubria.

RIAMMISSIONE A SCUOLA

In caso di tampone con esito positivo, il paziente viene messo in isolamento per 10 giorni dall’inizio dei sintomi (in caso di sintomi lievi, l’isolamento parte dalla data di effettuazione del tampone). La riammissione in collettività avviene: con tampone negativo eseguito a partire dal 10° giorno di isolamento e dopo 3 giorni di assenza di sintomi. Il Pediatra di Libera Scelta (PLS) o il Medico di Medicina Generale (MMG), dopo la conferma di avvenuta guarigione (tampone risultato negativo), rilascia l’attestazione di nulla osta all’ingresso o al rientro in comunità.

Se il tampone è negativo, terminati i sintomi, è possibile la riammissione in collettività (il pediatra o il medico rilascia l’attestazione per il rientro in comunità).

Nel caso in cui lo studente non venga sottoposto a tampone in quanto la sua sintomatologia non è riconducibile a CoviD-19 il medico curante o il pediatra indicherà alla famiglia le misure di cura e, in base all’evoluzione del quadro clinico, valuterà i tempi per il rientro al servizio educativo/scuola.
In questo caso non è richiesta alcuna certificazione/attestazione per il rientro, ma si darà credito alla famiglia e si valorizzerà quella fiducia reciproca alla base del patto di corresponsabilità fra comunità educante e famiglia.
Il genitore indicherà come sempre la motivazione dell’assenza sul diario. La scuola potrà eventualmente richiedere una dichiarazione da parte del genitore dei motivi dell’assenza.

GESTIONE CONTATTI STRETTI

L’isolamento domiciliare fiduciario dei contatti stretti può essere disposto unicamente a seguito di segnalazione di caso accertato Covid-19.
Di norma sono considerati contatti stretti di un caso gli studenti dell’intera classe (presenti nelle 48 ore precedenti), ma le valutazioni per la disposizione di isolamento domiciliare fiduciario di tutti i soggetti ritenuti contatti stretti di un caso Covid-19 vengono svolte secondo le indicazioni fornite dal Dipartimento di Igiene e Prevenzione sanitaria (DIPS) delle ATS. In caso di contagio da variante del virus, le ATS dispongono la ricerca dei contatti fino a 14 giorni precedenti.
Il personale scolastico che abbia osservato le norme di distanziamento interpersonale, igienizzazione frequente delle mani e l’utilizzo della mascherina chirurgica non è da considerarsi contatto di caso a meno di differenti valutazioni in relazione ad effettive durata e tipologia dell’esposizione.
I contatti di un caso sospetto (famigliari, compagni di classe, ecc.), non devono sottoporsi ad isolamento domiciliare fiduciario, ma devono adottare comportamenti prudenti in attesa dell’esito del tampone del caso sospetto.

ISOLAMENTO FIDUCIARIO

Chi ha effettuato il tampone in quanto “caso sospetto”, in attesa dell’esito, deve rimanere in isolamento. I contatti di un caso sospetto (familiari conviventi, compagni di classe), invece, in attesa dell’esito non sono sottoposti all’isolamento domiciliare fiduciario (si auspica tuttavia l’adozione di un atteggiamento di prudenza e di responsabilità da parte di tutti).
I contatti asintomatici di caso identificati dalle ATS possono riprendere la vita sociale, di norma, dopo un periodo di quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso trascorso senza sintomatologia. Le ATS proporranno un tampone al termine della quarantena.
Se durante il periodo di isolamento insorgessero sintomi, il PLS/MMG disporrà l’esecuzione del tampone in concomitanza con la manifestazione sintomatica.

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ

CON LE FAMIGLIE

Per trascorrere in sicurezza l’anno scolastico è fondamentale l’impegno comune di docenti, non docenti, genitori e alunni ad attuare, a scuola, comportamenti conformi.
Le misure sanitarie prescritte per la scuola prevedono, per sancire tale impegno comune, la sottoscrizione di uno specifico “Patto di corresponsabilità” con le famiglie, che si impegnano a non mandare a scuola bambini e ragazzi in presenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura superiore a 37,5° (anche rilevata nei 3 giorni precedenti) o se sono stati posti in quarantena o isolamento domiciliare, o comunque in contatto con persone affette da Covid-19 nei 14 giorni precedenti.
La famiglia e la scuola sono tenute ad assicurare il rispetto di ogni altra disposizione di legge, anche successivamente emanata, relativamente alla situazione di emergenza sanitaria.

PIANO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

Il Piano per la Didattica Digitale Integrata dell’Istituto Tirinnanzi, redatto e aggiornato tenendo conto delle prescrizioni ministeriali in materia, intende descrivere, nelle situazioni in cui si rende necessario il ricorso alla DDI nell’anno scolastico 2020/21, le modalità, il metodo e gli strumenti utilizzabili.

Al centro di ogni decisione, in continuità con quanto stabilito nel piano della DAD attivato in conseguenza della chiusura delle scuole per l’emergenza Covid-19, c’è l’alunno e il suo bisogno di conoscere per crescere.

La progettazione e la preparazione delle lezioni, la definizione dei contenuti essenziali da svolgere durante le lezioni on line, il bilanciamento del tempo delle lezioni dal vivo e quelle registrate, la quantità di lavoro da inviare agli studenti sarà oggetto di valutazione continua da parte del Collegio Docenti di ogni scuola affinché l’offerta sia adeguata al bisogno degli studenti e muova la loro responsabilità ad impegnarsi in un lavoro serio, che vinca la tentazione di vivere sospesi in attesa di tempi migliori.

ALTRE MISURE

E DISPOSIZIONI 

Segreteria e l’Ufficio Amministrativo
sono a disposizione da remoto.

Contattaci

Il piano per la riapertura delle scuole 2020-21, emanato dal MIUR sulla base delle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico, prescrive l’utilizzo delle mascherine (chirurgiche o “di comunità”) in classe per gli alunni dai 6 anni di età.

Nessun estraneo potrà essere presente nell’edificio scolastico e negli spazi della scuola.
Ogni presenza sarà tracciata e sottoposta alla regolamentazione adottata dalla scuola per il periodo di emergenza sanitaria, nel rispetto delle indicazioni relative al trattamento dei dati personali conseguente alle misure.
Riunioni, colloqui e ricevimento genitori si terranno in videocollegamento, secondo le modalità adottate nel periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza.
L’Amministrazione e la Segreteria privilegeranno modalità remote per l’erogazione dei propri servizi.

Il divieto d’accesso è espressamente riferito anche ai genitori. Solo in casi eccezionali potranno accedere in presenza, solo su appuntamento.

Il sistema informativo dell’Istituto sarà ulteriormente arricchito da nuove funzionalità, finalizzate a facilitare il più possibile l’interazione con tutti i soggetti della comunità scolastica.
La didattica a distanza

La chiusura delle scuole dovuta all’emergenza Covid-19 ci ha messo davanti alla sfida della Didattica a Distanza, un modo nuovo di imparare e crescere grazie ad una proposta che non si esaurisce con l’istruzione.

SCOPRI DI PIÙ
Una scuola per crescere

Da oltre 35 anni le Scuole Tirinnanzi accolgono bambini e ragazzi dai 6 ai 19 anni e li accompagnano nella crescita educativa e personale con una proposta completa dalla primaria al liceo.

SCOPRI DI PIÙ
Sedi e orari

Le Scuole Tirinnanzi sono presenti a Legnano con la scuola primaria, secondaria di primo grado e il Liceo Scientifico e a Cislago con la scuola primaria.

SCOPRI DI PIÙ
Iscriversi

Se sei interessato ad iscrivere tuo figlio alle scuole Tirinnanzi contattaci per avere maggiori informazioni, fissare una visita alla scuola e un colloquio con la coordinatrice didattica.

SCOPRI DI PIÙ

Stai pensando di iscrivere il tuo bambino?