Aria americana

Aria americana

Ecco le prime notizie da Miami, dove sei ragazzi del Liceo stanno trascorrendo il loro trimestre di studio presso la St. Brendan High School. Sono stati loro stessi a scrivere questo articolo, pieno di entusiasmo e voglia di scoprire…

Martedì 5 agosto 2014. Aeroporto di Linate, ore 5:30. Siamo tutti un po’ assonnati ma eccitati più che mai, in coda al banco del check-in per consegnare i bagagli.

Salutiamo i genitori senza nascondere un velo di timore e poi via, superiamo in fretta il metal detector per recarci all’imbarco. Dopo aver scattato la prima foto tutti insieme, saliamo a bordo per la grande trasvolata atlantica.
La East Coast si avvicina sempre di più, fino a intravedere la tanto attesa Miami.
Già dai primi istanti in aeroporto si respira aria americana.
Enormi bandiere americane penzolanti dal soffitto ci accolgono nella grande hall in cui imponenti poliziotti ci controllano minuziosamente i passaporti. Dopo un lungo interrogatorio, finalmente ci lasciano passare la dogana per entrare negli States, dove incontriamo le famiglie della St. Brendan High School che ci ospiteranno i prossimi tre mesi.

È bastato un cenno per riconoscerli: famiglie entusiaste nei cui occhi si leggeva un gran desiderio di accoglierci nella loro casa. Sono bastate poche parole per rompere la barriera dell’inglese. Dopo una foto di gruppo ognuno è entrato in macchina e, nella torrida Miami di metà agosto, abbiamo raggiunto quella che sarà “our home” per tre mesi.
L’avventura è iniziata.
Abbiamo scelto, atteso e pianificato questo viaggio, ma l’inizio non può che riservare sorprese: la foto scattata a Miami Beach pochi giorni dopo forse è più eloquente di tante parole!

 

 

continua...