La quinta liceo a BergamoScienza: a scuola di avanguardia

La quinta liceo a BergamoScienza: a scuola di avanguardia

Nel mese di ottobre noi studenti della classe quinta ci siamo recati a Bergamo per partecipare alla XIII edizione di BergamoScienza. L’evento, che ogni anno acquista sempre più valore a livello nazionale e internazionale, ci ha permesso di accrescere conoscenze e ampliare orizzonti in vista dell’orientamento universitario.

Nel corso della mattinata nel laboratorio della Italcementi è stato possibile entrare in contatto con il processo di lavorazione del cemento e il dialogo con i tecnici ci ha permesso di conoscerne impensabili funzioni nella vita comune: con esso infatti è possibile costruire piatti, amplificatori acustici, tubi per l’acqua e piani di cucina.

pad italiaAbbiamo appreso dei materiali con cui è stato realizzato il Padiglione Italia di EXPO MILANO 2015 scoprendo che l’involucro esterno è stato realizzato con una particolare malta in grado di soddisfare la particolare richiesta estetica e stilistica, garantendo così lo stile italiano, per cui siamo famosi nel mondo.

La nostra attenzione è stata catturata però da due particolari cementi all’avanguardia: il cemento bio-dinamico e il cemento trasparente.

Il primo, che è lo stesso materiale usato per l’involucro esterno sia del Padiglione Italia sia dei laboratori i.lab della società visitata, è caratterizzato da particolari proprietà foto catalitiche e dal principio attivo TX ACTIVE, che permettono la cattura di inquinanti presenti nell’aria. Non poteva mancare l’impronta ecologica, sulla quale è basata la malta, con l’80% di aggregati riciclati.

Il secondo cemento d’avanguardia, detto trasparente, è stato impiegato all’Expo 2010 di Shangai con la specifica funzione di far passare la luce attraverso le pareti, regalando un effetto ottico e luminoso senza precedenti.cemento trasp

Altri importanti esperimenti si sono poi svolti grazie all’utilizzo di microscopi elettronici a scansione, capaci di dare informazioni chimiche e strutturali impossibili per un microscopio ottico.

L’uscita è poi proseguita nella sede dell’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) di Bergamo, dove siamo stati informati sul nascosto inquinamento elettromagnetico a cui siamo sottoposti ogni giorno. La particolare vicinanza e l’uso eccessivo di strumenti elettrici come telefonini, iPad e computer può infatti essere dannoso per la salute: è importante quindi usarli con moderazione.

Nel pomeriggio, nel centro di Bergamo, abbiamo avuto un incontro con ex studenti universitari durante il quale è stato possibile approfondire e chiarire le idee sul nostro futuro.

Nell’ultima tappa della nostra giornata siamo stati messi alla prova con giochi e sfide, che hanno richiesto collaborazione, autocritica e lavoro di squadra: elementi fondamentali da affinare per conseguire una completa maturazione umana, oltre che scolastica.

L’esperienza ha portato grande stupore e sorpresa a tutta la classe; la chiarezza con la quale sono stati affrontati i diversi temi ha permesso un’assimilazione rapida e inaspettata, mentre i lavori di gruppo hanno permesso di aumentare le conoscenze e di realizzare un’autocritica personale costruttiva, facendoci percepire lo studio e il sapere come dei piaceri che completano la nostra giornata e la rendono piena.

Nicholas

 

Il sito di BergamoScienza: http://www.bergamoscienza.it