Ritratto dal vivo: il sistema circolatorio a colori

Ritratto dal vivo: il sistema circolatorio a colori

image3In terza Liceo, il programma di Scienze prevede lo studio del corpo umano, delle sue strutture e delle funzioni che esse svolgono.

Durante le lezioni di biologia, abbiamo affrontato il sistema circolatorio; abbiamo così deciso di invitare il Chirurgo vascolare Dott. Walter Pozzoli, per poter approfondire le nozioni apprese in classe.

Il Dott. Pozzoli ci ha mostrato alcuni tra i punti più importanti della circolazione sanguigna, attraverso l’utilizzo dell’ecocolor Doppler, una metodica diagnostica non invasiva, che permette la visualizzazione ecografica dei principali vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico al loro interno.

L’ecocolor Doppler prende il nome dal relativo principio fisico di funzionamento, l’effetto Doppler. Con l’utilizzo dell’ecografia, attraverso immagini B-mode, si studia la morfologia delle pareti e la loro motilità, mentre con il Doppler pulsato si valuta, attraverso l’analisi spettrale e il grado di purezza del suono, la situazione emodinamica del flusso sanguigno in quel determinato punto e, quindi, si possono quantificare i vari gradi di stenosi (restringimento di un vaso sanguigno).

Questa metodologia, attualmente, viene integrata con la colorazione dei flussi sanguigni per avere informazioni ancora più precise sul flusso sanguigno.image3.1

Il dott. Pozzoli ha utilizzato il macchinario per mostrarci il flusso ematico in arterie e vene, evidenziandone le diversità.

In particolare, sfruttando la disponibilità di un nostro compagno, che ha fatto le veci del “paziente”, il Dott. Pozzoli ha applicato l’ecocolor Doppler sui punti principali in uso in medicina angiologica.

Abbiamo, così, potuto vedere il sangue fluire nelle carotidi (arterie), nelle giugulari (vene) e nelle arterie e vene degli arti inferiori.

Infine, il Dott. Pozzoli ha spiegato quali sono le principali patologie legate a deficit circolatori: aterosclerosi per le arterie, che può provocare infarto miocardico e ictus cerebrale, e tromboembolia per le vene, che può, invece, provocare embolia polmonare.

Attraverso questo intervento, ci è stata data la possibilità di vedere uno specialista all’opera nella diagnostica delle malattie vascolari e cardiache.

Grazie Dott. Pozzoli, La aspettiamo ancora al Liceo Tirinnanzi!

 

I ragazzi della 3^A