Gli studenti delle classi prime misurano il raggio della terra

Gli studenti delle classi prime misurano il raggio della terra

Nei giorni scorsi le classi IA e IB del Liceo Tirinnanzi di Legnano si sono cimentate in un interessante esperimento scientifico. E’ stato infatti misurato il raggio della circonferenza terrestre utilizzando lo stesso sistema di Eratostene, matematico e filosofo greco del III secolo A.C. Tale misurazione passò alla storia per il fatto che, senza l’utilizzo di nessuno strumento sofisticato, Eratostene

foto 10riuscì ad avvicinarsi in maniera sorprendente alla lunghezza effettiva del raggio.

Tale misurazione si fonda su alcuni concetti basilari:

– La terra è tonda

– Il sole, per la sua grande lontananza dalla terra, la illumina con raggi tra di loro paralleli

– In due particolari giorni dell’anno, l’equinozio d’autunno (22 settembre) e di primavera (20 marzo), il sole

si trova esattamente sulla verticale dell’equatore terrestre

– Negli stessi giorni, all’ora del mezzogiorno solare, l’angolo di apertura del cono d’ombra che si viene a formare quando il sole colpisce un oggetto verticale, è pari alla latitudine del posto in cui ci si trova.

A questo punto, armati di alcuni semplici strumenti (righe, metri, l’indispensabile “oggetto verticale”, filo a piombo, in questo caso un semplicissimo bastone di una scopa), è stato possibile prendere le misure e rielaborare il tutto geometricamente.

Fortunatamente, il giorno fissato per l’esperimento è stata una bella giornata di sole per cui i 37 ragazzi delle nuove prime hanno potuto cimentarsi con una procedura antica ma ancora straordinariamente efficace. In questo modo gli studenti hanno ricevuto, direttamente sul campo, il loro “battesimo del fuoco” allo studio della fisica.

foto 14