L’esame di Maturità 2020 del Liceo Tirinnanzi

L’esame di Maturità 2020 del Liceo Tirinnanzi

L’esame di stato conclusivo del percorso di studi liceale quest’anno è stato completamente rivoluzionato dall’emergenza sanitaria e dall’attivazione della didattica a distanza e ancora una volta l’entrata a regime della nuova struttura dell’esame è stata rimandata.

La prima novità riguarda i requisiti di ammissione degli studenti all’esame: la partecipazione alle prove Invalsi e l’assolvimento del monte ore stabilito per legge dei PCTO (percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento). In particolare è saltato il primo dei due requisiti vista l’impossibilità di far partecipare gli studenti alle prove INVALSI (italiano, matematica e inglese) previste per il mese di marzo.

Tutti gli studenti risultano quindi ammessi d’ufficio alla sessione degli esami.

La seconda novità riguarda la composizione della commissione d’esame: i candidati saranno esaminati da una commissione presieduta da un Presidente esterno ma costituita esclusivamente da commissari interni, vale a dire dai docenti di classe: tale misura è stata assunta per garantire una piena consapevolezza e conoscenza da parte dei docenti esaminatori di quanto effettivamente fatto e di come gli argomenti sono stati svolti, in considerazione di questo lungo periodo di didattica a distanza

La terza novità riguarda la struttura dell’esame: al posto delle tre prove previste, con due scritti (italiano e matematica/fisica) e un orale (colloquio a partire dai materiali proposti dalla commissione), gli studenti affronteranno una unica prova orale suddivisa in vari step: discussione di un elaborato sulle discipline oggetto della seconda prova; discussione di un testo di letteratura italiana già oggetto di lavoro in classe, analisi del materiale proposto della commissione in ottica interdisciplinare, presentazione della propria esperienza di PCTO (alternanza scuola lavoro), riflessione su tematiche di Cittadinanza e Costituzione.

La definizione di tale struttura ha reso necessaria di conseguenza anche la revisione del valore, in termini di punteggio, della carriera scolastica di ciascun alunno e della prova: per gli esami 2020 il credito scolastico, che rappresenta il percorso di ogni studente, acquista un peso maggiore, passando da un massimo di 25 punti a un massimo di 60 punti; la prova orale varrà in complesso 40 punti contro i 60 complessivi delle tre prove precedentemente previste.

Da ultimo, l’esame si svolgerà in presenza, quindi a scuola, tenendo conto di tutte le misure di sicurezza necessarie:distanziamento, sanificazione degli ambienti, riduzione del tempo di permanenza nell’edificio, accessi diversi per entrata e uscita…naturalmente se la situazione sanitaria dovesse evolversi in senso negativo in queste settimane e si dovesse ritornare ad una situazione di emergenza, l’esame sarà svolto a distanza.

 

Scarica e leggi i documenti di approfondimento :