Dalla lettura del libro Bullerby alla scoperta delle diverse discipline in seconda

Dalla lettura del libro Bullerby alla scoperta delle diverse discipline in seconda

“… 𝑰𝒍 𝒑𝒆𝒏𝒔𝒊𝒆𝒓𝒐 𝒎𝒂𝒕𝒆𝒎𝒂𝒕𝒊𝒄𝒐 𝒏𝒂𝒔𝒄𝒆 𝒅𝒂𝒍𝒍’𝒐𝒔𝒔𝒆𝒓𝒗𝒂𝒛𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒓𝒆𝒂𝒍𝒕𝒂̀”
“… 𝑨𝒍𝒍𝒂 𝒔𝒄𝒖𝒐𝒍𝒂 𝒑𝒓𝒊𝒎𝒂𝒓𝒊𝒂, 𝒊 𝒄𝒐𝒏𝒄𝒆𝒕𝒕𝒊 𝒎𝒂𝒕𝒆𝒎𝒂𝒕𝒊𝒄𝒊 𝒔𝒊 𝒔𝒕𝒓𝒖𝒕𝒕𝒖𝒓𝒂𝒏𝒐 𝒄𝒐𝒏 𝒍’𝒖𝒔𝒐 𝒅𝒆𝒍 𝒍𝒊𝒏𝒈𝒖𝒂𝒈𝒈𝒊𝒐 𝒗𝒊𝒂 𝒗𝒊𝒂 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒑𝒓𝒆𝒄𝒊𝒔𝒐 𝒆 𝒔𝒑𝒆𝒄𝒊𝒇𝒊𝒄𝒐, 𝒄𝒉𝒆 𝒑𝒐𝒕𝒆𝒏𝒛𝒊𝒂 𝒍𝒂 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊𝒕𝒂̀ 𝒅𝒊 𝒓𝒂𝒈𝒊𝒐𝒏𝒂𝒎𝒆𝒏𝒕𝒐, 𝒊𝒏𝒄𝒓𝒆𝒎𝒆𝒏𝒕𝒂𝒏𝒅𝒐 𝒍𝒂 𝒄𝒐𝒏𝒔𝒂𝒑𝒆𝒗𝒐𝒍𝒆𝒛𝒛𝒂 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒆 𝒑𝒐𝒕𝒆𝒏𝒛𝒊𝒂𝒍𝒊𝒕𝒂̀ 𝒅𝒆𝒍𝒍’𝒂𝒕𝒕𝒊𝒗𝒊𝒕𝒂̀ 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒎𝒆𝒏𝒕𝒆…”

(𝑷𝑻𝑶𝑭 𝑺𝒄𝒖𝒐𝒍𝒂 𝑨𝒓𝒄𝒂)

 

Cosa c’è di più trascinante della lettura di un libro? 

Un libro divertente, ironico, che sembra parlare direttamente coi bambini di sette, otto anni… 

Il “Libro di Bullerby” l’ha fatta da padrone e, per le classi seconde, è diventata una pietra miliare di questo anno scolastico.

Tra le innumerevoli occasioni di lavoro che abbiamo cercato di cogliere, una su tutte ci ha permesso di compiere un percorso denso, significativo e importante. Manipolazione, ragionamento, ipotesi, precisione, creatività, scoperta, misurazione, calcolo, denominazione, scoperta, riconoscimento, confronto…

I bambini hanno realizzato dei piccoli plastici, piccoli come una scatola di scarpe. 

Tanti “Borgo Baccano” dentro ad altrettante scatole di cartone. 

Ognuno, passo dopo passo, ha creato le tre cascine, il tiglio, una tenda, il pollaio, il laghetto.. e ha manipolato dei solidi, li ha osservati, ricoperti, decorati… Talvolta, quasi senza accorgersene, li ha anche nominati. Alcuni si sono presto accorti che questi oggetti mostravano anche delle figure piane e, seguendo questa intuizione, abbiamo così deciso di vedere se le impronte lasciate da quei solidi ci avrebbero svelato qualcosa di più. Una nevicata straordinaria ha così colpito il borgo di Bullerby.

Dai solidi alle figure piane: ecco il nostro viaggio!

Un lavoro complesso, ricco caratterizzato da attività di lettura, immedesimazione, realizzazione di un progetto, e poi lo studio dello spazio, delle figure.

I bambini si sono coinvolti a tutto tondo e hanno partecipato con l’entusiasmo di chi desidera conoscere sempre di più e “mettere le mani in pasta” ancora una volta su una storia che non ha più rappresentato solo il filo conduttore di questo anno scolastico, ma è diventata patrimonio dei nostri alunni!

Come per le migliori opere d’arte, una mostra ha celebrato la bellezza dei loro lavori e una giuria d’onore ha infine eletto i migliori plastici di Bullerby!

COMPLIMENTI A TUTTI I BAMBINI DI SECONDA!!