Volando con Chagall

Volando con Chagall

Il 7 gennaio scorso le classi quarte della scuola L’Arca sono state a Milano, a Palazzo Reale, per visitare la mostra dedicata a Marc Chagall.

Ecco, di seguito, alcuni stralci dei testi scritti dai bambini, in cui si chiedeva loro di scegliere una delle opere osservate e provare a descriverla, ricordando le riflessioni offerte dalle insegnanti. Le opere che più hanno colpito i bambini sono “La passeggiata” e “Il compleanno”, di cui mostriamo una riproduzione.

chagall-passeggiata

Marc Chagall, La passeggiata (1917)

Chagall ok

Marc Chagall, Il compleanno (1915)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Benedetta:  – L’opera che ho scelto di descrivere s’intitola: “La passeggiata”. Nel quadro, c’è lui con la sua fidanzata Bella; in fondo, a destra, in disparte, c’è una tovaglia, con appoggiati sopra una bottiglia di vino e un bicchiere. Chagall è appoggiato appena a terra: in punta di piedi, tiene con una mano Bella, che vola! Perché, quando lui era ispirato, disegnava le persone che volano, per ricordare il senso della libertà. Inoltre, in ogni quadro, metteva la sua città ed infatti, anche in questo, c’è dipinta di verde, con la chiesa rosa, perché la voleva mettere in risalto. A lui, piaceva fare il cotrasto tra i colori, infatti, l’angolo dove c’era il vino aveva su una tovaglia rossa, invece, il terreno è verde. A me, questo quadro è piaciuto anche per la leggerezza con cui Chagall tiene con la mano, Bella! –

Benedetto: -… il paese è verde e si confonde con l’erba; solo la chiesa è rosa e così fa un contrasto bellissimo. C’è lui, il pittore, con la sua innamorata “Bella”, che vola, come per dire, che il suo amore è così grande, che non riesce a contenerlo. Prima, avevano fatto un pic-nic.-

Aurora: – … I personaggi rappresentati sono Chagall e Belle, che fanno un pic-nic. L’uccello in mano a Chagall è un segno di libertà; sullo sfondo, per far risaltare la chiesa, il pittore l’ha dipinta di rosa, che con lo sfondo verde, fa contrasto. Ha dipinto un cavallo , che significa passione. Lo sfondo è a quadrati perché, quando è andato in Francia, molti pittori dipingevano così.-

Beatrice: – Chagall ha studiato in un’Università dove, per fare i quadri, si disegnavano prima forme geometriche e poi, si disegnava il quadro. “La passeggiata” è il quadro che mi è piaciuto di più, perché rappresenta Chagall con Bella, sua moglie, mentre stanno facendo un pic-nic e, dietro loro due, c’è Vitebsk, la sua città, con la chiesa in evidenza. Sullo sfondo, c’è un cavallo, che è il segno della passione. Chagall ha in mano un uccello, che fa volare Bella; Chagall provava per Bella, una felicità e un amore immenso. Il vino è il segno del Matrimonio.-

Giacomo: – Ho deciso di descrivere il quadro intitolato: “Il compleanno”. Il protagonista è Marc che, alzandosi dal letto, prende per mano, Belle, sua moglie, come per farla volare con sé. La cosa che mi ha colpito di lui è che rappresenta spesso le persone che volano; in questo modo, Chagall vuol far capire a chi guarda i suoi quadri, quanto è importante per lui la libertà. Il quadro è ambientato in cucina, Belle sta preparando la colazione, il pavimento è ricoperto da una moquette rossa. Le cose che mi hanno colpito di più, del quadro, sono tutte quelle finestre che, secondo me, danno un segno di libertà. –