L’Open Day della Don Luigi Monza: Lo stupore è la molla di ogni scoperta

L’Open Day della Don Luigi Monza: Lo stupore è la molla di ogni scoperta

Sabato 16 e 30 novembre, alla scuola primaria “Don Luigi Monza” si sono svolti gli open day: due occasioni preziose per incontrare alunni, insegnanti e genitori della scuola e per vedere dal vivo il nostro modo di “fare scuola”.

“Lo stupore è la molla di ogni scoperta”, scriveva Cesare Pavese: per noi queste parole sono molto attuali perché descrivono la posizione di ogni bambino di fronte alla realtà e noi desideriamo promuovere la crescita di ciascuno, attraverso la nostra proposta didattica.

Durante il primo open day i numerosi visitatori hanno potuto assistere ad un susseguirsi di lezioni e attività in cui i bambini sono stati i veri protagonisti, proprio perché il metodo usato nella nostra scuola permette al bambino di fare esperienza, esplorando con il corpo, ciò che dovrà poi trattenere con la mente.

In prima l’elefantino Elmer, protagonista di una bella storia, ha condotto gli alunni nel mondo delle vocali, delle forme e dei colori seguendo il ritmo della “pixel art”.

I bambini di seconda hanno mimato con il proprio corpo la creazione dell’uomo, raccontata nell’ultimo giorno della Creazione, hanno poi modellato l’argilla con le loro mani e trascritto sul quaderno l’esperienza vissuta.

In terza e in quarta gli ambienti e l’inglese sono stati al centro della mattinata. In terza tutto è ruotato intorno all’ambiente della montagna con canti alpini, il racconto di come vivevano gli antichi Camuni e l’esposizione delle caratteristiche dell’ambiente perfino in lingua inglese. In quarta gli alunni hanno raccontato ciò che hanno imparato sul mare attraverso un power point realizzato da loro, disegni, racconti ed esposizioni in lingua inglese.

Le quinte hanno invitato tutti i visitatori a guardare verso l’alto, le loro lezioni hanno messo a tema l’Universo. In quinta A i ragazzi hanno esposto, utilizzando anche la lingua inglese e diversi oggetti, il funzionamento del sistema solare, mentre i ragazzi di quinta B hanno mostrato il frutto del loro lavoro attraverso poesie, canti e power point su galassie, costellazioni, sole e stelle.

Non è mancato il tradizionale English sweet corner, dove i visitatori hanno potuto assaporare degli ottimi dolci inglesi in una cornice di cartelloni in lingua realizzati dai ragazzi.

I muri della scuola hanno ospitato i disegni realizzati dall’inizio dell’anno insieme alla maestra di arte.

Non potevamo concludere senza qualche canto del coro che ha allietato tutti i presenti.

Il 30 novembre dopo un’iniziale presentazione della scuola a cura della coordinatrice, i numerosi genitori hanno potuto visitare la scuola conoscendo nel dettaglio l’offerta didattica accompagnati dalle maestre, mentre i più piccoli sono stati intrattenuti dai ragazzi di quinta che li hanno accompagnati nei diversi laboratori pensati per loro.

Un grazie particolare va rivolto ai genitori che hanno accompagnato i visitatori a scoprire la nostra scuola e hanno dialogato con loro.

A voi ricordiamo che la coordinatrice didattica, Letizia Vanin è disponibile per colloqui conoscitivi e per mostrare gli spazi della scuola per chi sta valutando l’iscrizione alla scuola primaria.