Una scuola per crescere… ma è vero?

Una scuola per crescere… ma è vero?

Sabato 16 novembre si è svolto l’Open Day della San M. Kolbe, e lo slogan che capeggiava un po’ dappertutto era:  “Una scuola per crescere”

OD Kolbe 2In effetti durante i tre anni di scuola media gli alunni crescono, inevitabilmente: varcano per la prima volta la soglia della scuola che sono bambini e sembrano scomparire seduti dietro banchi troppo grandi; tre anni piú tardi si alzano da una sedia ormai troppo piccola e scendono le scale per l’ultima volta dopo aver concluso l’esame di Stato divorando i gradini a due a due. Ma è una crescita solo fisiologica o il cuore e la mente accompagnano questo sviluppo? Proviamo a vedere cosa scrivono alcuni ragazzi a proposito dell’Open Day… 

In prima le frasi più ricorrenti erano: “Ho cercato anche di divertirmi…”; “…ne è valsa la pena perché mi sono divertito…”; “…ero molto agitato..”

In seconda: “Sabato ogni alunno è stato protagonista della propria mostra, a partire da chi spiegava il grosso del lavoro fino a chi leggeva quelle due righe che sembravano insignificanti..”

In terza: “…quest’anno ho sentito la responsabilità che il tutto si svolgesse al meglio..”.

Così all’inizio l’emozione e il divertimento: l’ago della bilancia è ancora rivolto verso di sé; poi l’orgoglio di saper lavorare insieme per realizzare qualcosa di bello, sapendo che non per questo il ruolo del singolo sarà sminuito; infine la responsabilità dell’insieme: l’ago della bilancia è indirizzato fuori di sé, ci si apre al tutto.

Si, è una scuola per crescere!